fr en de es it cn np ar
Pesca a Oman di un Carango gigante di più di 60 chili
Pesca sportiva in un quadro autentico

Venite a misurarvi al Carango gigante di più di 60 chili, preparate i vostri Poppers, affilate i vostri ami ed i vostri ami triplo!!!

Pesca in surfcasting a Oman, Razza pastinaca e razza chitarra di più di 100 chili
Venite a pescare su una spiaggia di sabbia bianca

Sarete capaci di portare all’asciutto una razza pastinaca o una razza chitarra di più di 100 chili, adrenalina e crampi assicurati !!!

Pesca nel Sud di Oman di una Cernia Bruna di più di 25 chili
Da soli o in gruppo, venite a praticare la pesca dell’estremo

Lo Jigging è divertente, infilate la vostra imbragatura, mettete i vostri guanti e lasciatevi scendere, cosa aspettate per portare su questa Cernia Bruna !!!

Pesca a Oman di un Carango Ignobilis ovvero chiamato carango gigante di più di 50 chili
Canna da pesca in mano, sarete pronti per delle sensazioni Forti?

Freno bloccato, il vostro stickbait tocca l’acqua, 2 o 3 animazioni ed è il rush, più di 50 chili di muscolo si misurano a voi, un carango gigante

Pesca a Oman di una Seriola di più di 15 chili
Scrutate l’orizzonte, siete pronti ad ogni eventualità

na caccia in vista, un lanciatore proprio dove si deve e bum, è il rush, dopo un bel combattimento una seriola di più di 15 chili !!!

Tramonto nel sud del Sultanato di Oman, esattamente a Salalah
Relax davanti ad un bel tramonto

Dopo tutti questi combattimenti e tutte queste emozioni, niente vale riposare su una terrazza con un buon tè !!!

Catalogo dei pesci pescati nel sud del Sultanato di Oman

Esistono talmente tante specie di pesci nelle acque di Oman che non sarebbe significativo farne un elenco completo. Tuttavia questo catalogo dei pesci più diffusi e più importanti, classificati per famiglia, vi darà un’idea di quelli ai quali potreti misurarvi !

I carangidi

La grande famiglia dei Carangidi contiene sei generi e decine di specie. Eccone alcune che incontrerete a Oman :

Il Carango GT (Giant Trevally) è particolarmente rinomato. Questa specie marina, dal suo nome latino Caranx Ignobilis è pure chiamata Carango testardo, dalla testa grossa o GT, è estremamente abbondante nelle acque tropicali di Oman. È un pesce impressionante che può arrivare a 170 cm di lungo e 80 chili. Grazie alla sua grande misura e al suo peso, questo potente predatore si dibatte ardentemente e con vigore, motivo per il quale è una presa sceltissima di pesca estrema. La sua combattività rinomata ha d’altronde dato luogo al concorso del GT popping in Australia e a Hawaï, dove è pescato sin dalla preistoria. L’aneddoto seguente vi farà apprezzare la potenza mitica di questo pesce : la forza dell’ulua (il carango) è da sempre associata a quella degli uomini guerrieri nella cultura hawaiana, a tal punto che il suo consumo fu vietato dalle donne. Questa specie era frequentemente utilizzata durante i rituali religiosi sacrificali, e questo pesce era generalmente considerato un dio... Tanto vale dire che la sfida vi aspetta !
il suo corpo appiattito dal profilo ovale, la sua grande pinna caudale omocerca e la testa massiccia, dalla fronte e dagli occhi smisurati, il carango GT è particolarmente riconoscibile. A volte maculato di nero o ricoperto di striature più chiare, il suo colore può variare dal grigio chiaro al grigio argento o al nero. Abitando nelle zone demersali, si nutre principalmente di pesci e talvolta anche di crostacei dei grandi fondali. Raramente ne abbiamo visti che si deliziavano di tartarughe. Tanto diurno che notturno, egli caccia principalmente all’alba e al tramonto. I giovani si spostano frequentemente in banco, gli adulti da soli o in due.
Il carango preferisce le lagune o le scogliere, i banchi o gli stretti tra la superficie e 200 m di fondo. La maggior parte del tempo, lo si pesca con il popper o con lo stickbait affondante e galleggiante. Aneddoto insolito, sappiate che alcuni pescatori sotto-marini riescono ad attirare il pesce imitando l’appello d’aiuto di un carango ferito grazie ad un sapiente rumore della glottide !

Pesca GT Oman (45kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – viaggio pesca sportiva oman
Pesca GT Oman (62kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – Charter Pesca Oman
Carango GT di 22 chili pescato dagli scogli durante un soggiorno di pesca a Oman.
Carango GT di 15 chili pescati dagli scogli nel sud del sultanato di Oman

Il carango a Punti Neri (Brassy Trevally), dal nome latino Caranx Papuensis, può misurare fino a 70 cm e pesare 6,5 chili. È riconoscibile dal suo corpo argento e dal suo dorso ricoperto di punti neri. Più attivo di giorno che di notte, è tuttavia costantemente in caccia e si nutre principalmente di pesci e di invertebrati dei grandi fondali. I giovani si spostano in banchi vicino alle coste, gli adulti, a volte in piccoli banchi, sono piuttosto solitari.
Vigoroso, si difende a corpo morto e ciò lo fa diventare une presa sceltissima per la pesca sportiva. È spesso pescato con il popper, con lo stickbait affondante e galleggiante, con lo jig, al shad e con l’esca.

Il carango a punti gialli (Yellowspot Trevally) o Carangoides Orthogrammus (“in linea retta”) ha numerose denominazioni (jordani, nitudus, ferdau, ecc...) ma i suoi nomi più correnti sono carango maculato o carango a punti gialli. La parte inferiore della sua testa e il ventre sono argento, la parte superiore della testa e il dorso hanno delle sfumature blu e verdi ; tutto il corpo è punteggiato di pois color oro. Il carango a punti gialli può misurare fino a 75 cm e pesare fino a 6,6 chili.
Abita lungo le coste ma presenta un atteggiamento pelagico, navigando tra 3m e 150m di profondità circa. Generalmente solitari, in due, a volte in piccoli banchi, si nutrono di piccoli pesci e di crostacei. I caranghi a punti gialli sono pescati con il popper, stickbait affondante e galleggiante, con lo shad, lo jig e con l’esca.

Le Seriole o « seriolà » (piccoli vasi) costituiscono un genere della famiglia dei carangidae e sono rappresentate da decine di specie.

La seriola incoronata (Greater Amberjack), o Seriola Dumerili, è una delle più grande specie del genere. Particolarmente pregiata dai pescatori sportivi a causa della sua combattività, può misurare fino a 190 cm e pesare fino a 100 chili. Il suo colore blu argento è rilevato da una linea color oro sui fianchi e da una striscia bruna che parte dagli occhi.
Questo potente predatore vive generalmente tra 20 e 70 cm di profondità e si nutre di pesci e di invertebrati. La maggior parte del tempo, la seriola incoronata vive in banchi ma si avventura a volte anche da sola. Gli adulti e gli esemplari più grossi preferiscono le scolgiere profonde, verso il largo, mentre i banchi composti di giovani s’interessano in particolar modo ai detriti galleggianti verso la costa. La seriola è pescata con lo jig, lo stickbait affondante o galleggiante, con lo shad e al vivo.

Pesca di una seriola attorno alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman - charter pesca oman

La ricciola del Pacifico o Australiana(Yellowtail Amberjack) o seriola Lalandi è un pesce pelagico che può misurare fino a 250 cm e pesare fino a 96,8 chili ! La sua tinta è blu-verde sulla parte superiore del corpo, bianca sulla pancia, l’insieme striato da un striscia gialla sui fianchi. Navigando tra la costa e l’oceano, tra 3 m e 825 m di profondità, la seriola lalandi apprezza le scogliere e i fondali rocciosi. I giovani abitano più volentieri nelle acque costiere. Solitaria o in piccoli gruppi, si nutrono di pesci, calamari e crostacei. Sono estremamente pregiate nella pesca sportiva.

Il Pompano Africano (Pennant-Fish o Threadfin Trevally) o Alectis Ciliaris, è anche chiamato Carango a piume. Infatti, non è un vero pompano del genere del Trachinotus : fa parte della famiglia dei carangidae. Di color blu-argento – verde metallico, può giungere anche 150 cm e 23 chili. Gli adulti preferiscono le zone costiere, vicino alle scogliere ; i giovani hanno uno stile di vita pelagico. Evolvono in piccoli gruppi o in due e si nutrono di pesci, crostracei e di cefalopodi. Questo predatore carnivoro è molto pregiato nella pesca estrema poiché offre esemplari molto grossi e valorosi combattenti. Il pompano è spesso pescato con lo stickbait affondante e galleggiante, con lo jig ma anche con l’esca.

Pesca Pompano Africano (7kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – viaggio pesca sportiva oman

Il Trachinotus, anche chiamato grande Trachinotus o Trachinitus Falcatus (“dalla schiena rugosa armata di una falce” a causa della sua grande pinna dorsale) è una specie della famiglia dei carangidea. I più grossi esemplari possono raggiungere 122 cm di lungo e pesare fino a 36 chili. Il Trachinotus vive lungo le spiaggie, da solo o in piccoli gruppi nelle acque poco profonde e si nutre di pesci, granchi e gamberi.
È considerato il trofeo di pesca sportiva per eccellenza. In effetti, il suo carattere diffidente lo rende difficile da uncinare e il suo vigore promette dei combattimenti epici, di cui uscirà spesso vincitore rompendo la vostra linea. Lo si pesca generalmente con la mosca e con l’esca mentre si nutre nelle acque poco profonde, ad esempio di granchi di cui va matto, per riuscire ad ingannarne la vigilanza.

Il Talang Queenfish o Scomberoides Commersonnianus è una specie della famiglia dei Carangidi. Misura fino a 120 cm e pesa fino a 16 chili. Questo pesce pelagico è di color argento, verdastro o bluastro, punteggiato di macchie scure. Pesce demersale, vive nelle acque costiere e abbonda lungo le scogliere e le isole. In generale si sposta in piccoli banchi e si nutre di pesci, di cefalopodi e di piccoli invertebrati pelagici. Particolarmente aggressivo, è molto popolare tra i pescatori dell’estremo che usano la tecnica dello jig, dello shad, dello stickbait affondante o galleggiante oppure la pesca con l’esca.

L’orata « coryphène »

Contrariamente a ciò che ci lascia credere il suo nome, l’orata coryphène non è uno sparidea come le altre orate, ma costituisce una famiglia a sé, quella dei Coryphanae o Orate tropicali, anche chiamate pesci-delfini.

Predatore potente pregiato dai pescatori estremi, l’orata coryphène è anche chiamata Mahi Mahi. I pesci adulti misurano generalmente 150 cm di lunghezza per 20 chili, ma possono raggiungere i 200 cm e i 40 chili. Molto veloci, possono scappare ad una velocità di punta di 92 chilometri orari! I maschi possiedono una gobba sulla fronte che gli conferisce una faccia quadrata (da lì viene il nome coryphène, “che porta un casco”) e sfoggiano un corpo massiccio mentre le femmine hanno la testa rotonda e un corpo più snello e più piccolo. I loro colori sono molto vari, spesso vivi, e cambiano in base al loro umore e all’ambiente, come un camaleonte : blu-verde metallizzato, iridato, turchese, oro, bruno, blu, rosso, ecc...
Specie circumtropical dalle lunghe migrazioni, l’orata coryphène è sia demersale che pelagica : la si incontra tanto al largo quanto lungo le coste, tra la superficie e 80 m di fondo. Questo predatore carnivoro si nutre di pesci, calamari, sgombri e giovani pesci ed anche di crostacei pelagici. Come la maggior parte dei pesci predatori, preferisce cacciare all’alba o al tramonto.
Già pescata nel II° millennio e rappresentata sugli affreschi di Santorini a Creta, l’orata coryphène è oggi frequentemente pescata alla traina con l’aiuto dell’esca di pesca gonna di tipo zampillo fischiatore o con il lancio a vista, con degli stickbaits o dei pesci nuotatori.

I seabream

Questo termine designa diversi pesci della famiglia degli Sparidae che comporta 38 generi e centinaia di specie che potrete pescare a Oman : pagri, dentici, pagellus, orate, ecc...

Il pagro a testa nera (Blackhead seabream) : il pagro a testa nera o Acanthopagrus Schlegelii è un pesce demersale. Può misurare fino a 50 cm e pesare 3,2 chili. Possiamo trovarlo all’ombra delle scogliere rocciose poco prondonde e nelle acque salmastre dove si nutre di molluschi, e di vermi policheti.

Pesca pagro a testa nera (2kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – viaggio di pesca oman
Pesca pagro a testa nera (4 - 5 kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – viaggio pesca sportiva oman

Il pagro rosso (Red Porgy) : il pagro rosso o Pagrus Pagrus ha numerosi nomi : abramide di mare, orata, pagro comune, ecc... Può misurare fino a 90 cm e pesare fino a 19 chili. Il suo corpo alto e schiacciato finisce con una testa massiccia, il suo colore varia dall’argento al rosastro con macchie marmorizzate. Questo pesce pelagico è un solitario, abitando nei fondi sabbiosi o le pareti rocciose tra 5 e 250 m di profondità. Carnivoro, si nutre di crostacei, molluschi e cefalopodi.

Il Pagro a Gobba (Pink Dentex) : Il pagro a gobba o Dentex Gibbosus è anche chiamato grosso dentato rosa, dentato a filo o dentato gobbo. Il suo corpo ovale e compresso finisce con una testa dall’imponente gobba frontale. Il suo colore è rossastro con sfumature blu argento. Il pagro a gobba può misurare fino a 106 cm e pesare fino a 15 chili. Pesce demersale, vive sui fondi rocciosi e sabbiosi tra 20 e 220 m di profondità. I giovani preferiscono le coste e gli adulti stanno più al largo. Carnivoro, su nutre di pesci, crostacei e cefalopodi.

Le scombridae o i tonni e Tombarelli

I tonni formano insieme agli sgombri, ai tombarelli e i boniti la famiglia degli scombridae. Predatore oceanico vorace, può raggiungere i 75 chilometri orari. È pescato in numerosi modi, spesso alla traina con delle esce a gonna tipo zampillo fischiatore, alla traina al brumeo o ai pesci nuotatori e stickbaits.

Il tonno giallo (nome inglese : Yellowfin Tuna) o Albacore (Thunnus albacares) è un pesce pelagico che può raggiungere la misura gigantesca di 240 cm per 200 chili. Si sposta in banchi e si nutre di pesci, corstacei e calamari, navigando tra la superficie e 100 m di profondità. È anche atratto dai detriti che galleggiano. Il tonno giallo è molto ricercato in pesca estrema per la sua combattività.

Il tonno obeso (nome inglese : Big-eye Tuna) o Thunus Obesus può misurare fino a 250 cm e 330 kg! Questo mastodonte pelagico, di color blu metallico sul dorso e grigio argento sul ventre, si sposta in piccoli banchi. Caccia sia di giorno che di notte e si nutre di cefalopodi, pesci e crostacei. Il tonno obeso è un avversario colossale, particolarmente pregiato nelle partite di pesca sportiva !

Il tonno longtail (Longtail Tuna) o Thunnus Tonggol, oppure chiamato tonno Rosso, è al posto d’onore su un francobolo omanita. Può misurare fino a 145 cm e pesare fino a 36 chili. È un pesce neritico, abitante della zona immersa sovrastando l’altopiano continentale, che evita le acque torbide e si nutre di pesci, larve, crostacei e cefalopodi.

Tonno bianco 5 chili pescato con l’esca durante una caccia

Il Tombarello Nero (Wahoo) o Acanthocybium Solandri è anche chiamato Acantocibo, Thazard-bastardo oppure Tonno Banana. I suoi colori vanno dal blu-verde iridescente sul dorso al grigio argento sul ventre. Pesce epipelagico solitario o formando piccoli gruppi, si nutre di pesci e cefalopodi. Pregiato dai pescatori sportivi, può raggiungere i 250 cm e 83 chili e si pesca alla traina.

Lo Scomberomorus Commerson (Narrow-barred Spanish Mackerel) o Thazard rigato può misurare fino a 200 cm e pesare 70 chili. Affeziona gli scalini e le scogliere, le acque da laguna e le pendenze dolci. Si sposta in piccoli banchi e si nutre di crostacei, cefalopodi e pesci.

Apparentato ai tonni, il Barracuda o Sphyraena Barracudo, anche chiamato Luccio marino è un carnivoro vorace che può raggiungere i 200 cm di lunghezza e 50 chili. È riconoscibile dal suo corpo allungato argento e cosparso di macchie nere, dalla sua mascella inferiore proeminente e dai suoi denti a forma di uncino. Solitario o in piccoli gruppi, i barracudas amano navigare lungo le scogliere ma li troviamo anche in alto mare, tra la superficie e 30 m di profondità circa. Predatore diurno, si nutre di cefalopodi, gamberi e pesci. Particolarmente aggressivo, uccide più di quanto abbia fame ma si attacca all’uomo soltanto si viene provocato. In generale, il barracuda è pescato alla traina con un pesce nuotatore

Le cernie

La maggior parte delle Cernie formano la sotto-famiglia degli Epinephelinea. Le possiamo incontrare tra la superficie e 300 m di profondità. Carnivore, si nutrono di molluschi, crostacei e pesci. Le Epinephelinae contengono 22 generi e 87 specie. Ecco quelle che incontrerete maggiormente a Oman :

La cernia di Malaba (Malabar Grouper) o Epinephelus malabaricus è un pesce marino che può misurare fino a 234 cm e pesare 150 chili. Massiccio, con una coda arrotondata, ha un colore blu marmorato costellato di macchie chiare e di piccoli punti scuri. Quest’apparenza è vicina a quella della cernia bruna. Navigando tra 2 e 150 m di profondità, affezziona sia i fondi sabbiosi che gli scogli. Si nutre di crostacei, cefalopodi e pesci.

Pesca cernia Oman (90kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – viaggio pesca sportiva oman

La cernia Patata (Potato Bass) o Epinephelus Tukula è un pesce marino che può raggiungere i 200 cm di lunghezza e 110 chili. Solitario, predilige i canali profondi delle scogliere e i monti sotto marini dove si nutre di pesci degli scogli, granchi e crostacei. Molto legato al suo territorio, si mostra particolarmente aggressivo con gli intrusi, ecco perché è una presa sceltissima per i pescatori sportivi.

Pesca di una cernia patata attorno alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman - pesca sportiva oman

La cernia Bruna o Marrone (Brown-marbled Grouper), o Epinephelus Fuscoguttatus, oppure Cernia Marmorea è un pesce marino. Il suo peso può essere anche di 100 chili per 150 cm. Il suo corpo tarchiato, massiccio e compresso è di color marrone chiaro, marmorizzato di macchie e di punti bruni e grigi. Abitante delle acque delle pendenze delle scogliere, naviga tra la superficie e 60 m di profondità nella ricerca di crostacei, cefalopodi e pesci. Sedentario e territoriale, caccia dall’alba al tramonto.

Pesca di una cernia bruna attorno alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman - pesca gt oman

Le cernie si pescano la maggior parte del tempo con l’esca, al vivo o allo jig.

Il Lethrinus Olivaceus

Il Lethrinus Olivaceus appartiene alla famiglia dei Lethrinidae. Questo pesce dal corpo compresso sfoggia dei bei colori : la sua testa rigata di strisce blu e le sue squame blu irridate contrastano con il giallo bronzo dei fianchi e delle pinne. Gli esemplari più grossi misurano fino a 80 cm per 8,5 chili. Il Lethrinus Olivaceus caccia più volentieri di notte che di giorno, e si nutre di molluschi, crostacei, ricci di mare e vermi di sabbia. Curioso ma diffidente, è più gregario che solitario. I giovani preferiscono le alghe e le erbe alte, gli adulti invece preferiscono le stese sedimentari delle lagune e i fondali chiari.

Letrhrinus Olivaceus di 3 chili pescato nel sud del Sultanato di Oman

Il Arringa-Lupo

Il Arringa-Lupo (Wolf Herring) o Chirocentridae è una famiglia di pesci pelagici costieri rappresentata da due specie : il Wolf Herring Dorab e il Wolf Herring nudus. Riconoscibile dal suo corpo allungato argento e blu, e dalla sua mascella dai denti affilati forma di uncini ai quali deve il suo nome, può misurare fino a 100 cm. Predatore vorace, si nutre di piccoli pesci e crostacei e si avventura a volte dietro di loro negli estuari delle lagune. Il Chirocentridae si pesca con lo stickbait galleggiante o affondante oppure con il pesce nuotatore.

Il pesce vela

Il pesce vela (Indo-Pacific Sailfish) o Istiophorus Platypterus è anche chiamato Vela dell’Indo-Pacifico o istioforo. Appartenente alla famiglia degli Istiophoridae, sfoggia una pinna dorsale a forma di vela. Il suo colore va dal blu profondo sulla schiena al blu-marrone sui fianchi e al bianco argento sotto il ventre. Può raggiungere la misura di 3,5 m e pesare fino a 100 chili. È tra i pesci più veloci : certe misure hanno permesso di stabilire che un esemplare ha srotolato una linea di pesca a 109 chilometri orari ! Vero uragano particolarmente ricercato dai pescatori dell’estremo, questo pesce pelagico abita vicino alle coste e alle isole dove si nutre di altri pesci, di crostacei e di cefalopodi.

Il Pesce serra

Pesce serra (Bluefish) o Pomatomus Saltarix è l’unico pesce della famiglia dei Pomatomidae. Il suo colore va dal blu profondo al blu-verde, blu argenteo e può misurare fino a 120 cm per 6 chili. Abita nelle acque costiere, i giovani rimangono più vicino agli estuari e alle baie. I pesci serra si spostano in banchi che possono stendersi fino a 8 chilometri e attaccano altri banchi di pesci, molluschi e crostacei. Pescato con lo stickbait, con il pesce nuotatore, con l’esca e al vivo, il suo comportamento alimentare aggressivo e la promessa del combattimento annunciato lo rendono particolarmente rinomato per la pesca estrema.

Pesca Pesci serra (6kg) alle isole Al Hallaniyats nel sud del Sultanato di Oman – viaggio pesca sportiva oman
Pesci serra pescati nel sud del Sultanato di Oman

Le razze

La Razza Pastinaca (Common stingray)o Dasyatis Pastinaca può giungere i 2 metri. Navigando tra 5 e 60 m di pronfondità sopratutto, si nutre di piccoli pesci e invertebrati. Il suo pungiglione molto velenoso ne fa una specie pericolosa.

Razza Pastinaca di 130 chili pescata in surfcasting nel sud del Sultanato di Oman con un’esca mezzo mulo.

La Grande Razza Chitarra (Giant Guitarfish) o Rhynchobatus Djiddensis può misurare fino a 350 cm per più di 200 chili. Questa razza dal muso che termina in punta può essere facilmente scambiata con uno squalo, tra l’altro, il loro modo di nuotare è simile. Spesso nascosta sotto la sabbia, caccia i crostacei, i cefalopodi e dei pesci dei grandi fondi.

Le razze sono pescate con l’esca, con la sardina o con pezzi di boniti.



La pesca a Oman

Montaggio per la pesca :

- Pesca del carango gigante

- Pesca della Razza

- Pesci serra, Cernia, seriola e tonno

I pesci record da pescare :

- Carango gigante

- Cernia

- Razza

- Seriola

Gli alloggi

- Sull’isola Al Hallaniyat

- In camera sulla costa

- In casa privativa sulla costa

- Campeggio selvaggio